L’attenzione è selettiva: ci sono cose che ci attraggono e altre no.
E generalmente riusciamo a prestare attenzione soltanto ad una cosa alla volta.
In questo senso i fattori da considerare chiave sono diversi come per esempio i tratti distintivi di una didascalia e il suo posizionamento secondo un ritmo dato e leggibile.
Questi aspetti quasi ovvi si associano ad altri parimenti importanti: la motivazione e la tenuta dell’attenzione.

Ne parleremo più ampiamente il 4 maggio [ma come al solito non ne parleremo e basta perché il corso sarà anche l’occasione per sperimentarsi in senso pratico]

 

Screen-Shot-2015-07-30-at-7.42.41-AM-945x535