Abituarsi alla parola è come prendere un vizio

Abituarsi alla parola è come prendere un vizio.
Carlo Michelstaedter

Abbiamo iniziato tempo fa a riflettere sulla didascalia come oggetto fisico e culturale, forse ancora periferico nella scala delle urgenze curatoriali, ma centrale quando si parla di mediazione e di interpretazione. Nel mondo anglosassone se ne riflette molto, e da tempo: ci sono manuali, linee-guida e perfino concorsi annuali, che premiano le più efficaci.

Ma quando una didascalia è efficace? Lo può essere per tutti i pubblici? O va parcellizzata in tante sub-didascalie, per esempio per i bambini, gli specialisti, i turisti… Eh no, così non si finisce più.

La didascalia, piccola come un fazzoletto piegato o grande come un poster, è uno strumento scomodo e un luogo di frizioni. Qualcosa che lascia quasi tutti insoddisfatti: perché troppo lunga o troppo corta, poco accessibile, scritta per gli iniziati o al contrario infantile, buttata giù di fretta perché ci sono mille altre urgenze, impaginata nottetempo, validata sotto i fumi della stanchezza a ridosso dell’inaugurazione di una mostra: e si potrebbe continuare.

Fermi tutti.

La questione è complessa, non si cerca una soluzione facile. Non c’è il trucco, la chiave, il punto di Archimede.

Perché si parla di interpretazioni, stratificazione di significati, incontri fra un testo e uno sguardo; fra delle lettere e un corpo umano, in fondo.

Nel corso veneziano parliamo di “metafore della didascalia”: il campo dell’interpretazione è aperto, c’entrano i sensi, la capacità di ascolto, l’estensione del campo visivo, la segnaletica, gli automatismi. C’entra in qualche modo il nostro maestro delle elementari, o chi ci ha insegnato a leggere.

C’entra quanta fatica siamo disposti a fare.

Per questo parlare di didascalie è solo una delle tante possibili chiavi per parlare di sguardi. Al plurale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...